10_La Creatura / 11_Unconventional Sound / 12_Gianluigi Carlone / 11/12_Cyclhub… un weekendino che pettina

Postato il

Venerdì 10

11025141_1578222255753929_2101400876963438480_n

La data di nascita dei Ronin si può far risalire al luglio del 1999, quando Bruno Dorella, allora batterista dei Wolfango, sognava di formare un gruppo che unisse il western morriconiano, l’isolazionismo chitarristico e certo folk mediterraneo e balcanico. Una sera di quel luglio stava per suonare in un festival a Pesaro, quando una tempesta arrivò ad impedirne lo svolgimento. Gli unici a suonare furono dei musicisti ungheresi che si trasferirono sotto il tendone delle birre ed intrattennero tutti suonando musica balcanica in acustico per un paio d’ore. Folgorato dall’esperienza, Dorella decide di far partire il progetto. Ci mette un po’ a trovare i musicisti giusti visto il suo retaggio punkettone, ma nel 2003 vede finalmente la luce il primo EP, semplicemente intitolato Ronin. Questo EP diventa anche la colonna sonora del mediometraggio “Rocca Petrosa” di Cosimo Terlizzi. Da subito il gruppo inizia un’intensa attività concertistica in Italia e in Europa. Nel 2004 arriva il contratto con Ghost Records, che pubblica il primo album (ancora omonimo). Una canzone dell’album, “I Am Just Like You”, entra nella colonna sonora del film “Tu Devi Essere Il Lupo” di Vittorio Moroni. Il secondo album “Lemming” esce nel 2007 sempre per Ghost ed è disco del mese sulle riviste specializzate Rumore e Blow Up. Alcuni brani di questo album entrano nella colonna sonora del film “Vogliamo Anche le Rose” di Alina Marazzi, di cui i Ronin firmano anche la colonna sonora originale, uscita per Rhino/Warner Music Italia. Altri brani di “Lemming” diventano la colonna sonora del documentario “Via Selmi 72” di Mauro Diciocia e finiscono tra le musiche di fiction e programmi televisivi. Nel 2009 esce il terzo album “L’Ultimo Re”, che ha riscontro a livello europeo e permette al gruppo di affrontare nuovamente i palchi italiani ed esteri.

L’album “Fenice” esce a gennaio 2012 per Santeria in CD e Tannen Records in vinile e anch’esso viene scelto come disco del mese da Blow Up.
La formazione, che ha subito vari cambiamenti, oltre a Bruno Dorella alla chitarra (conosciuto anche come batterista di OvO Bachi Da Pietra), comprende Chet Martino al basso (anche nei Quasiviri), Nicola Ratti alla chitarra, attivo come sound artist in solo, oltre che in duo con Faravelliratti e Bellows, e infine il nuovo ingresso Paolo Mongardi (ZEUS!, Jennifer Gentle, Il Genio).

Sabato 11

11064761_443059675852598_8870823256443371152_o

Domenica 12

unnamed

Sono “duetti virtuali” quelli che Gian Luigi Carlone presenterà a Le Cantine. Voce solista e sax della Banda Osiris, proporrà il suo nuovo spettacolo «Audiovisione».

Si tratta di un debutto e un esperimento di «musica visuale». Carlone canterà e suonerà accompagnato in video da immagini e musicisti che ha incrociato durante 35 anni di musica e teatro con il suo quartetto. Da Stefano Bollani al Quartetto Euphoria passando per le immagini di Matteo Garrone (per cui ha composto le colonne sonore di 5 film) fino al doppiaggio di celebri duetti. «E’ una prima quella che porto – racconta Gian Luigi Carlone – sul palco sarò da solo, interagirò con immagini di film e video di musicisti con cui ho collaborato: invece di averli in scena, realizzerò con loro un falso streaming».

Il lavoro nasce da un ricco materiale video: «Sarà un viaggio, un excursus nelle mie collaborazioni con artisti di diversa estrazione, da Bollani al pianista Luca Bonucci – continua – ma anche con i registi, attraverso immagini di film di cui ho scritto la colonna sonora come “L’imbalsamatore” di Garrone. E’ un esperimento, un gioco che mi diverte e, in un certo senso, anche un rimedio contro i tagli alla cultura: se non posso avere i musicisti sul palco, li avrò virtuali, in una sorta di home theatre». Parallelamente continua il lavoro con la Banda Osiris al gran completo: «Abbiamo appena concluso il tour di “Beatles Submarine” con Neri Marcorè – conferma – intanto va avanti lo spettacolo “Le dolenti note” (dall’omonimo libro della Banda Osiris, ndr) e stiamo pensando a un nuovo progetto».

Sabato 10 e Domenica 11

Piazza Monte Grappa/Piazza Repubblica/Cercateci

10469722_744066849043429_4551928545440781735_n

CYCLHUB sarà presente all’evento IBIKEVARESE evento di Fiab/ciclocittà patricinato da comune di Varese con obiettivo di sensibilizzare i ragazzi delle scuole. La campagna crowdfunding di cyclhub, con la quale raccoglieremo i soldi che ci occorrono per iniziare, sarà iniziata e dovremmo assolutamente farci notare, andare in giro con il tandem a volantinare per la città e attaccare qualcosa in p.zza Monte Grappa in modo tale che tutti quelli che entrano in Varese si accorgano della nostra esistenza e si incuriosiscano, magari qualcuno di loro contribuirà al progetto.

Chi sta con noi al gazebo? qualcuno è disponibile per girare con il tandem e volantinare/fermare gente ecc? Se siete disponibili anche solo 1 ora va benissimo! Grazie mille dell’aiuto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...