Herzog: Lo and Behold – Reveries of the Connected World

Postato il Aggiornato il

herzogChe cos’è Internet oggi? Che ruolo ha nelle nostre vite e come influirà sul nostro futuro? Per provare a rispondere a queste domande ci guida Werner Herzog con questo film presentato in apertura al Biografilm Festival di Bologna, disegnando in un racconto articolato in dieci episodi, altrettante facce della realtà onnipotente che è il Web.
La voce di Herzog, come sempre nei suoi documentari, è il nostro Caronte nei meandri di internet. Il film parte dal luogo in cui è nato internet, nel campus della UCLA, seguendo il visionario Leonard Kleinrock che racconta la trasmissione del primo messaggio on-line nel 1969. Il luogo è rimasto uguale a com’era negli anni ‘60, un museo o forse un santuario, pieno d’acciaio, di cavi e impregnato di quell’odore del computer che ha quasi 50 anni. È un inizio folgorante che solo Herzog poteva immaginare: un film su una non-cosa che non si sa dov’è e dove andrà invece parte invece da qualcosa di materiale, di organico, che tocchiamo con le nostre mani e che sentiamo col nostro olfatto.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...