danza

Sabato 23 alle Cantine stage di percussioni africane

Postato il Aggiornato il

13051586_1307435092606106_4968349185438334533_n

Una giornata dedicata alla musica tradizionale dell’Africa occidentale.
Affronteremo insieme lo studio di uno o più ritmi analizzando gli accompagnamenti del djembe e dei doundoun ponendo particolare attenzione alle scadenze che caratterizzano questo linguaggio musicale.

Insegnante: Riccardo Sollami
Assistente ai dunun: Dino Scandale

Costo: 30 euro

È gradita la prenotazione
Per contatti: Dino 347 0128759
Riccardo 340 0880216

Ricordo che per la partecipazione allo stage è consigliata la prenotazione. Nel caso non siate in possesso di uno strumento, comunicatelo, ve ne procureremo uno! (grazie a Dino Scandale)

Le nostre pagine Facebook

Postato il Aggiornato il

IPV812B-700x700

Ass. Coopuf Iniziative Culturali è la divisione artistica della più nota Cooperativa Sociale Unione Familiare di via C. De Cristoforis. In questi tre anni siamo cresciuti molto, grazie anche al contributo di Convergenze e delle associazioni che ne fanno parte. Ora siamo davvero tante cose, tra loro anche molto diverse, ma tutte accomunate dalla stessa voglia di contribuire al benessere della città.

Siamo dei luoghi come Le Cantine Coopuf a Biumo Inferiore, presso la nostra sede storica o il Tennis bar Villa Toeplitz a Sant’Ambrogio, all’interno dell’omonimo parco.

Siamo iniziative culturali come La Creatura, rassegna musicale post-rock e non solo, e poi c’è il nostro fiore all’occhiello, la Scuola Teatrale Città di Varese.

Di seguito elenchiamo le nostre pagine Facebook, per rendervi più semplice conoscere tutte le nostre prossime attività e magari sbirciare quelle passate così,  giusto per farvi un’idea di ciò che abbiamo fatto e di come siamo arrivati fino a qui. Seguiteci, e se vi piace quello che scoprirete, magari vi verrà voglia di starci accanto.

Le Cantine

La Creatura

Tennis Bar Villa Toeplitz

Scuola Teatrale Città di Varese

Sabato 9 aprile una maratona culturale per tutta la città

Postato il Aggiornato il

1933607_581943178638940_582745413672323952_o

Il 9 aprile 2016 Con>ergenze, il network delle associazioni culturali varesine, apre le porte dei suoi luoghi regalando alla cittadinanza Con>ergenze Day, una giornata di iniziative gratuite per tutti.

In attesa dell’edizione 2016 del Convergenze Festival pensato per inizio luglio, il network sta lavorando ad una maratona culturale, che inizierà dal mattino e proseguirà per tutta la giornata fino a tarda notte alla scoperta dei luoghi di Con>ergenze.

Spettacoli teatrali, workshop musicali per bambini, tavole rotonde ed incontri con autori, aperitivi e concerti nel parco e si chiuderà con un party hip hop al Twiggy Cafè.  Gli eventi si concentreranno tra la Coop di Varese, main sponsor del network, l’Accademia Vocale Solevoci, UCC Teatro di Varese, Villa Toeplitz, Cantine Coopuf, Teatro “Gianni Santuccio”.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Dalle ore 10:00 alle ore 12:00

Coop di Varese – Via Daverio  44 – “In punta di piedi. Un agguato teatrale per bambini” Mini laboratorio di teatro per bambini tra i 4-6 anni e i 7-9 anni – Ingresso libero e gratuito – A cura di ATL – Comitato Soci Coop Varese e Teatro Sottile di Karakorum Teatro.

 Dalle ore 15:00 alle ore 19:00

Accademia Vocale Solevoci – Via Sacco 10 – “Il giro degli strumenti” Workshop  con musicisti e strumenti musicali per scoprire quale musica rientra nelle proprie corde! per bambini e ragazzi dai 6 anni in su – “La stanza della fiaba da ascoltare e cantare” per bambini più piccoli dai 1-6 anni – Informazioni e iscrizioni: info@solevoci.it;  tel. 0332-169391/345-5812326 (dal martedì al venerdì dalle 15.00 alle 19.00).

Ore 16:00

Accademia Solevoci – Via Sacco 10 – Tavola rotonda “Lo spettacolo dagli occhi del giornalismo nell’epoca del web” – Ingresso libero e gratuito – A cura di Viva Mag.

Ore 16:30

UCC Teatro di Varese – Piazza della Repubblica, Varese – Spettacolo teatrale “Il gatto con gli stivali” – Per informazioni: zatterateatro@libero.it; tel. 349-32811029/ 338-7547484 – Ingresso con offerta libera – A cura di Progetto Zattera per iniziativa in collaborazione con Comitato Unicef Varese.

 Dalle ore 17:00 alle ore 18:00

Coop – Via Daverio  44 – Let’s sing Cartoon! un repertorio composto da selezioni di colonne sonore, musicals e pop – The Saved Modern Choir, Direttore Maestro Enrico Salvato – Tributo al World Voice Day, Giornata mondiale della Voce – Ingresso libero e gratuito – A cura di ATL – Comitato Soci Coop Varese


Ore 18:00

Villa Toeplitz – Via del Casluncio – Sonorizzazioni ambientali al tramonto – Esibizione degli allievi della Scuola Teatrale Città di Varese, itinerario di musica d’ambiente nel parco e aperitivo al tennis bar – Ingresso libero e gratuito – A cura di Coopuf Iniziative Culturali

Ore 20:00

Cantine Coopuf – Via De Cristoforis 5 – Presentazione del libro di Davide Fant “Pedagogia Hip Hop” Gioco, Esperienza, Resistenza, Carocci Editore, 2015 – 2 MC’s, 1 Dj, immagini, suoni e parole per raccontare il primo libro italiano sul valore educativo della cultura Hip Hop – Ingresso libero e gratuito – A cura di Black&Blue e Street Arts Academy


Ore 21:00

Teatro Gianni Santuccio – Via Sacco 10 – Speakeasy Varese presenta lo spettacolo teatrale “11 ore d’amore di un uomo ombra” – Info  e biglietti: speakeasy@karakorumteatro.it – A cura di Karakorum Teatro per Centro Gulliver

Ore 22:00

Twiggy Cafè – Via De Cristoforis 5 – Beat Different Street Edition – Block Party Hip Hop con i Dj e gli MC’s di Street Arts Academy – Ingresso libero – A cura di Black&Blue , Street Arts Academy e Twiggy Cafè – Per informazioni: www.convergenzevarese.it

Facebook: Convergenze Varese, Twitter: @ConvergenzeVa

Il network di Con>ergenze è formato da Arci Varese, ATL – Comitato Soci Coop Varese, Cortisonici, Centro Gulliver, Black & Blue Festival, Coopuf Iniziative Culturali, Filmstudio ’90, Notturno Giovani, Progetto Zattera, Rag Time, Solevoci Festival, Viva Mag. Il progetto è realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo e il sostegno di Coop Lombardia.

Tablao Flamenco

Postato il Aggiornato il

12744108_564793590345872_4493682703985080800_n.jpg

Il flamenco non è solo una danza ma un’antichissima cultura appartenente ad un popolo gitano migrato dall’India che, arrivato in Andalusia, crea una magica mescolanza con le culture mediterranee locali (i mori, gli ebrei ed i cristiani). Il flamenco è quindi un’arte allegra e solare, ma anche passionale, romantica e malinconica come la storia dei gitani raccontata nel suo canto.
Nel flamenco i piedi rappresentano uno strumento di percussione (danno il ritmo), il corpo e le braccia si muovono in modo elegante e sinuoso ma a volte anche in modo energico e tagliente. Il ballo è accompagnato dalla chitarra, dal canto e dalle palmas (ritmo tenuto con il battito delle mani).

Teniamo il fiato fino al 10 gennaio

Postato il Aggiornato il

Sono anni di apnea per il mondo della cultura e dell’arte, per non dire dell’Italia tutta. L’apnea è certo una mancanza di ossigeno, ma è anche una sospensione, quasi un momento di quiete, è il liquido amniotico della mad

Susanna Parigi: voce, pianoforte, rumorismi

Matteo Giudici: chitarre, cori

Sono anni di apnea per il mondo della cultura e dell’arte, per non dire dell’Italia tutta. L’apnea è certo una mancanza di ossigeno, ma è anche una sospensione, quasi un momento di quiete, è il liquido amniotico della madre, è un momento in cui, a volte, si hanno persino visioni, ed è soprattutto un momento che non può durare. Provoca una reazione istintiva, violenta, di sopravvivenza, con la consapevolezza che quello che accadrà dopo questa esperienza, sarà diverso. E’ uno scambio tra esterno e interno, dove né l’uno, né l’altro potranno più essere gli stessi. Non deve esserci rassegnazione, semmai la forza di reagire con potenza e ironia, per non essere sopraffatti. Un po’ troppo comodo criticare il sistema, denunciare la disfatta, ingiuriare chi è l’artefice del misfatto, sempre “l’altro”. Molti intellettuali lo fanno da anni. Scrivono in maniera esemplare e sono condivisibili nella maggior parte delle cose che sostengono. Ma da dove cominciare la trasformazione?

Interprete sofisticata e autrice di grande spessore, Susana Parigi, dopo il diploma in pianoforte, è stata pianista di Riccardo Cocciante e Fiorella Mannoia, vocalist di Claudio Baglioni e Raf. Suona la fisarmonica, canta, scrive i testi, la musica e gli arrangiamenti delle sue canzoni. Molto amata dalla critica, propone un genere originalissimo che è stato definito “pop letterario”. Sostenuta da artisti come il fotografo Sebastião Salgado e il filosofo Umberto Galimberti, ha inoltre collaborato con il celebre chitarrista statunitense Pat Metheny, la cantante israeliana Noa e il bassista e stickista statunitense Tony Levin. Nel 2010 vince il Festival Teatro Canzone Giorgio Gaber. Dal mese di settembre 2015, è in edicola con Repubblica-Espresso la collezione di 14 Dvd ” di Corrado Augias e Valerio Magrelli completamente musicati da Susanna, dal titolo “La poesia italiana – versi, rime, strofe da Dante a Pasolini. Attualmente l’artista insegna canto moderno nel triennio popular music del Conservatorio Bonporti di Trento e nella struttura Playsound–Novenove Studio di Milano.

Lavori: “Susanna  Parigi” (1996); “Scomposta” (1999); “In Differenze” (2004); “In Differenze: il dvd” (2007) in collaborazione con Medici Senza Frontiere; “L’insulto delle parole” (2009); “La lingua segreta delle donne” (2010); “Il saltimbanco e la luna”, progetto dedicato a Jannacci (2014); “Apnea” (2014) e il libro “Il suono e l’invisibile. La musica come stile di vita” Edizioni Infinito uscito a Ottobre 2015.

Stage di danza orientale e del ventre

Postato il Aggiornato il

Tre ore di stages aperti non solo alle danzatrici, ma a qualsiasi donna che voglia trascorrere un pomeriggio insieme ballando, divertendosi ed esplorando i movimenti del proprio corpo, dai passi più classici alle movenze meno usuali, per poi ballare tutte insieme.

Danza orientale – primi movimenti e posture
a cura di Michela Villani
dalle 15,00 alle 16,30

L’eleganza del velo
a cura di Nadir-Ra
dalle 16,30 alle 18,00

Dal gioco del velo, al vedo non vedo, come svelarsi con uno sguardo e con la propria femminilità Perché non provare !!

Stage  locandina 2